Il CSI anticipa la FIFA: 12000 gare con espulsione a tempo!

Il Centro Sportivo Italiano gioca il calcio del futuro. A proposito dicartellini arancio e delle recenti anticipazioni sul tema del designatore Pierluigi Collina, che fanno seguito a quelle del presidente FIFA Blatter sulle squalifiche a tempo (5 o 10 minuti), dopo un precedente assist ad opera di Platini (UEFA), il CSI si rallegra e fa i complimenti. Sabato infatti l’International Board, l’Istituto depositario delle regole del calcio mondiale, si riunirà a Newcastle nell’Ulster per parlare anche di queste nuove regole: “Sono diversi anni che nei nostri campionati giovanili, abbiamo adottato il cartellino azzurro, l’espulsione temporanea per alcune tipologie di fallo – afferma il presidente nazionale del CSI, Massimo Achinisperimentandone la bontà in termini educativi. La regola funziona. Così come la possibilità anche nel calcio di chiamare un time-out. Lo testimoniano le 12000 partite giocate sui campi CSI di tutta Italia”. Nella foto Stefano Farina, l’arbitro federale di Novi Ligure, scherza con il cartellino azzurro in mano. Chissà, però, se nel futuro prossimo anche il suo taccuino dovrà fare spazio ad un terzo cartellino?

E voi? Cosa ne pensate dell’espulsione temporanea? Personalmente riteniamo che, se ben utilizzata, possa essere molto educativa. Lo “stare in panchina” 5 minuti permetterebbe forse di riflettere su quello che si è fatto in campo, cosa che con il cartellino rosso è molto più difficile: mandando il calciatore nello spogliatoio diretto, in molti casi si ottiene l’effetto inverso. Questa è però solo una nostra opinione: aspettiamo i vostri commenti!

ShareEmail this to someoneShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

Lascia un commento